sabato 1 maggio 2010

Rapezzo

La controvalle di Rapezzo, una piccola valle laterale della più nota Val Santerno, non è molto conosciuta dagli escursionisti perché, oltre a rimanere un po’ nascosta, i vari sentieri, stradelli e mulattiere non sono segnati dal CAI e quindi i percorsi non sono conosciuti da tutti, ma già nel 1999 quando vi andai per la prima volta mi piacque subito. Ci sono parecchie case, anche con elementi architettonici interessanti; qualcuna nel frattempo è stata restaurata, almeno in parte, qualcuna invece è ridotta sempre peggio e a volte se non fosse per le vitalbe i muri sarebbero già crollati. La valle è cosparsa di castagneti e ognuno di questi ha il suo essicatoio ancora in buono stato. Il fiume Santerno, il Cimone della Bastia e il Monte del Fabbro sono i suoi confini e nel mezzo gli scorre il Rio della Valle. Da Imola si percorre la strada per Firenzuola, a Coniale si volta a sinistra, si attraversa la strada che va a Palazzuolo sul Senio e si segue il cartello Rapezzo km.3. Stradina stretta e tortuosa. Si può lasciare l’auto nel piazzale vicino al 2° capannone dell’allevamento Galeotti.


Visualizzazione ingrandita della mappa

1-Cambonciolo
Cambonciolo è la prima casa che si incontra.
2-fregi sul muro
Segni solari e religiosi sul muro della casa.



 
5-Valcava
Valcava
9-viale di castagni
Dopo Valcava si tiene la destra ad un bivio, e si cammina lungo un vialetto di castagni.
14-Rapinale
Rapinale
16-essicatoio
Lungo il vialetto verso uno dei tanti essicatoi della zona.
18-maestà
Pilastrino con raffigurata la Beata Vergine del Piratello.Datato 1890. Poco dopo ad un bivio si sale a Vignale.
23-Vignale
Uno dei tre fabbricati di Vignale. Dopo si ritorna sul sentiero principale.
28-bivio

A questo bivio si va a destra in discesa, si guada un fosso e si ricomincia a salire.
30-mulattiera

La mulattiera verso la casa di Campo alle Femmine.
34-castagneto

Bel castagneto con l’immancabile essicatoio (o metato).
31-graticcio del metato

Interno dell’ essicatoio che serviva per trasformare le castagne fresche in castagne secche. Sopra il graticcio venivano messe le castagne e sotto si faceva fuoco per circa un mese.
40-Cascata
Una delle tante cascatelle del Rio della Valle.
42-Campo alle femmine

Campo alle Femmine.
44-Vallibona
 
Zoomata su Vallibona da Campo alle Femmine.
45-bivio

Dopo aver visto la casa si ritorna un po’ indietro e si guada il Rio vicino alla confluenza con un’ altro fosso.
47-Vallibona
Si arriva a Vallibona.
48-Vallibona  
Architrave con la data.
51-Vallibona
Il camino di una stanza.
Chiesina di Vallibona
C’era anche una piccola cappella. La mulattiera riprende dietro la casa in direzione N-E. Si lascia perdere una traccia a sinistra e si arriva ad un bivio con un muretto ed una rete metallica come cancello. Si va a sinistra.
53-Monte Coloreta
Zoomata sulla cava del Monte Coloreta.
55-Vecchieto  
Dopo una mezz’oretta si arriva a Vecchieto. Rimane sotto il Monte del Fabbro.
57-Vecchieto  
Facciata Est della grande casa.
59-Cimon della Bastia  
Vecchieto e il Cimon della Bastia. Dopo aver attraversato il prato davanti alla casa in direzione Nord, il sentiero si congiunge con lo stradello che scende dal Monte del Fabbro. Si va a sinistra.
60-Lastreto  
In breve, dopo aver attraversato uno dei tanti castagneti, si raggiunge Ca’ Lastreto.
61-Lastreto  
Il sentiero passa sotto la casa, c’è un cartello per Coniale. In una piccola radura bisogna seguire la traccia che va a destra, passa una recinzione, entra in un’ altro castagneto e arriva a…
63-Contradiccio
Contradiccio.
64-Contradiccio  
Un vecchio portale della casa.
71-Rapezzo
Si continua sulla traccia molto evidente, ad un bivio si va a sinistra e poco dopo, annunciato dal cimitero c’è Rapezzo.
 73-Rapezzo
La chiesa di Santo Stefano a Rapezzo.
 74-maestà a Rapezzo
Il pilastrino di Rapezzo.
 77-Rapezzo
Il campanile a vela e una parte del muro che forse apparteneva al castello.
78-Rapezzo
Una scritta non decifrabile sul muro della chiesa.
 79-loc.Razzo
Lasciata la chiesa si scende per l’evidente stradello e si arriva in località Razzo.
79-Razzo  
Architrave datato.
 80-Razzo
Stemma sul portale della casa.
83-Razzo  
Piccola effige della Madonna incassata nel muro.
 84-Razzo
Passata la casa si arriva sulla strada asfaltata che è da seguire a sinistra per arrivare all’auto.
86-rapezzo  
estratto della carta “Percorsi naturalistici di Palazzuolo sul Senio.

Alt.m Tempo ore Km.
2°Capannone allev.Galeotti
543
0,00
0,0
Ca’ Cambonciolo
567
0,06
----
Ca’ Valcava
585
0,10
----
Ca’ Rapinale
573
0,20
0,7
Maestà
576
0,25 ----
Ca’ Vignale
621
0,35
1,5
Essicatoio
593
0,40 ----
2° bivio-si va a destra
628
0,50 ----
Ca’ Campo alle Femmine
722
1,10 2,9
Ca’ Vallibona
774
1,30 ----
bivio cancello con muretto 1,45 ----
Ca’ Vecchieto
880
2,05 4,6
Ca’ Lastreto
736
2,40 5,6
Ca’ Contradiccio
671
2,50 ----
bivio- si va a sinistra
663
3,00 ----
Rapezzo
538
3,15 7,0
Razzo-alla strada asf. a sin.
500
3,25 ----
auto
543
3,40 8,0
Tempo: ore 3,40 + le soste
Dislivello: m 420
Lunghezza: Km.8,0 (sulla carta)

1 commento:

enrico ha detto...

non girando troppo mi fate ritornsare giovane . grazie e tante altre belle foto

Related Posts with Thumbnails